Nasce dal cuore di una mamma un libro
che è un inno alla gratitudine e alla positività.

Vincenzo Mollica firma la prefazione e regala la poesia “La Speranza”.

In occasione della Festa della Mamma
la storia di Fabiola diventa un libro per beneficenza

UN REGALO CHE FA DEL BENE:
SCOPRI DI PIÙ E DONA SU FORFUNDING

SEGREGATA – Una madre contro il coronavirus racconta l’esperienza drammatica di Fabiola Maria Bertinotti, una mamma monzese, durante la prima ondata di coronavirus in Italia. Sono i giorni drammatici che vedono la Lombardia e il nord Italia cadere in ginocchio sotto i colpi devastanti di un virus di cui si sa poco o niente. Come un flagello, il COVID-19 semina migliaia di morti, panico e disperazione, straziando il popolo italiano che, pur smarrito ed indifeso, reagisce con atti di grande abnegazione e solidarietà, dimostrando coraggio e reattività dinanzi agli occhi attoniti del mondo.

Ai primi sintomi della malattia, Fabiola sceglie volontariamente di entrare in segregazione nella sua camera da letto, dove vivrà in solitudine per quaranta lunghi giorni.

La terrorizza l’idea di costituire un pericolo letale per il figlio affetto da distrofia e per gli anziani genitori, entrambi categorie ad alto rischio. Il libro si snoda lungo due filoni. Inizia con una testimonianza puntuale e accorata sull’iter della malattia, “un nemico subdolo e pericolosissimo contro cui l’umanità è in guerra”, e continua in un crescendo di profonda analisi per cui, nella stanza dove Fabiola è reclusa per amore, “si apre” una vera e propria finestra sul mondo dalla quale lei osserva i fatti della cronaca, della scienza e della politica italiana e mondiale.

 

IL SOGNO DI FABIOLA È RACCOGLIERE 100.000 EURO
ENTRO IL 30 OTTOBRE 2020 PER CELEBRARE LA VITA E LA SPERANZA

Il ricavato andrà a sostegno di due realtà:

Sostieni anche tu le due operazioni di speranza in una vita migliore

SCOPRI DI PIÙ E DONA SU FORFUNDING